Cosmetics Division

  • Nuovo
LAMPADA DI AMETISTA, (completa di lampadina e cavo con interrutore), 22 X 11 cm.,1885 gr., WWW.COSMETICSDIVISION.COM
  • LAMPADA DI AMETISTA, (completa di lampadina e cavo con interrutore), 22 X 11 cm.,1885 gr., WWW.COSMETICSDIVISION.COM
  • LAMPADA DI AMETISTA, (completa di lampadina e cavo con interrutore), 22 X 11 cm.,1885 gr., WWW.COSMETICSDIVISION.COM

LAMPADA DI AMETISTA

ID_199

LAMPADA DI AMETISTA

(completa di lampadina e cavo con interrutore)

22 X 11 cm.

1885 gr.

SPEDIZIONE GRATUITA

90,00 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile

Descrizione

L’ametista è un quarzo con un sistema cristallino trigonale. Questo minerale dallo straordinario colore, varia da trasparente a traslucida. Può avere un colore molto tenue fino a arrivare ad un porpora intenso.
Dove si estrae? I principali giacimenti si trovano in: Brasile, Uruguay, Bolivia, USA, Madagascar, Russia, Messico, India. In Italia ci sono varie formazioni in provincia di Trento, Torino, Grosseto, Bolzano e Sassari.
L’ametista quando viene esposto al sole per lunghi periodi  impallidisce. Quindi si consiglia di conservare la lampada lontano dai raggi diretti del sole.
Come si forma e dove si trova? Il cristallo di ametista si trova soprattutto nei geodi che si sono sviluppati nelle rocce basaltiche per via di una successiva attività idrotermale prossima all’evento magmatico.
Perché l’ametista è viola? L’ametista è viola perché presenta una certa quantità di ossido di ferro. Inoltre devono anche presentarsi alcune condizioni particolari. Durante la cristallizzazione del quarzo i fluidi che trasportano silice devono avere degli atomi di ferro. Questi devono sostituire quelli di silicio. Perché diventi viola occorrono i raggi gamma che modificano l’atomo di ferro ossidandolo.
Il nome ametista, deriva da Amethystos e vuol dire “colui che non si ubriaca”. Tra le leggende greche e romane più interessanti su questa pietra, la più nota è probabilmente quella che la vede capace di bloccare gli effetti dell’alcol impedendo alle persone di ubriacarsi.
L’ametista è una delle pietre più utilizzate in cristalloterapia. Possiede tante differenti proprietà. Lavora bene a contatto con le sfere alte dell’energia, ideale per l’apertura del sesto chakra .
L’ametista secondo la cristalloterapia è utile per: ridimensionare i problemi, mantenere la giusta prospettiva, raggiungere obiettivi reali, difendersi dalle influenze degli altri, difendersi dai pensieri negativi, allontanare i sensi di colpa, stimolare creatività e intelligenza, non esagerare con le spese, ottenere supporto durante i lutti. Tra tutti gli effetti sul corpo dell’ametista, il più noto è quello sul mal di testa e l’emicrania. Lavora in realtà su tutta la testa e il sistema nervoso. E’ indicata per: mal di testa, malattie nervose, ansia, stress, velocizzare la guarigione di una ferita, depressione, fobie, l’assorbimento dei liquidi, la circolazione sanguigna, ridurre i gonfiori, migliorare la salute delle vie respiratorie, combattere l’insonnia, contro i disturbi dell’udito ed elisir contro l’artrite.
Le pietre viola, tra cui l’ametista, sono anche tra le più utilizzate quando c’è bisogno d’intervenire sul piano spirituale. Una delle principali caratteristiche dell’ametista è quella di aiutare a vedere le cose in un’ottica più semplice, nel non cercare strade difficili per raggiungere qualcosa che è a portata di mano. Dona chiarezza mentale e la capacità di vedere oltre le apparenze. Così come può aiutare a combattere l’insonnia. Questa pietra è in armonia anche con il settimo chakra, questo fa capire il grande potenziale dell’ametista, aiuta infatti ad armonizzare questo centro energetico che è la sorgente della fede e della spiritualità.
E’ ideale in preghiera e in meditazione per avere un contatto più diretto e sincero con le sfere superiori ed è utile per ripulire il  campo energetico. È una pietra di protezione e di purificazione. E’ un ottimo amuleto contro gli attacchi psichici.
Ametista storia e leggende.
Nell’Antico Egitto l’ametista era indossato come un amuleto di protezione durante i lunghi viaggi, contro le imboscate e i tradimenti. Ancora oggi è utilizzata dai religiosi come talismano per la protezione spirituale. Sempre in Egitto veniva usata anche per alleviare i sensi di colpa.
Già nel neolitico in Europa si possono rintracciare delle ametiste usate sia come amuleti sia come simbolo di regalità. Veniva incastonata nei gioielli, nelle corone e negli scettri.
Una leggenda narrata da Ovidio narra di una ninfa di nome Ametista, la quale fuggendo da Bacco invoca la protezione di Diana, quest’ultima, per salvarla la trasforma in un cristallo purissimo. Bacco furioso, getta il suo bicchiere con dentro il vino sulla pietra, dandogli così il tipico colore violaceo.
Una credenza piuttosto diffusa vede l’ametista come amuleto di protezione contro la stregoneria. Idea particolarmente diffusa in Perù. Altre leggende la vedevano capace di rendere immuni le persone dai veleni oppure capace di scacciare i demoni.

Dettagli del prodotto

ID_199

Scheda tecnica

Famiglia
AMETISTA

Potrebbe anche piacerti

4 altri prodotti della stessa categoria: