Cosmetics Division

  • Nuovo
AMETISTA - CRISTALLI - CRISTALLOTERAPIA - PIETRE - BURATTATI - PROPRIETA' - SEGNO ZODIACALE - WWW.COSMETICSDIVISION.COM - PREZZO
  • AMETISTA - CRISTALLI - CRISTALLOTERAPIA - PIETRE - BURATTATI - PROPRIETA' - SEGNO ZODIACALE - WWW.COSMETICSDIVISION.COM - PREZZO

AMETISTA

ID_331

MINERALE : AMETISTA

CLASSE MINERALOGICA : OSSIDI - GRUPPO DEI QUARZI

PROVENIENZA : BRASILE

COLORE : VIOLA

ELEMENTI : ACQUA

CHAKRA : VI SESTO (   O TERZO OCCHIO) - VII SETTIMO (SAHASRARA CORONA)

SEGNI ZODIACALI : ACQUARIO, PESCI, SAGITTARIO

PIANETI : SATURNO - VENERE

MISURA: 20 - 35 mm.

PESO: da 8 gr. a 23 gr.

OGNI MINERALE VIENE VENDUTO SINGOLARMENTE, ACCOMPAGNATO DAL CARTELLINO CON LE PROPRIETÀ DI CRISTALLOTERAPIA E DA UN SACCHETTO IN TESSUTO.

7,00 €
Tasse incluse
Quantità
DISPONIBILE - AVAILABLE

Descrizione

L’ametista appartiene alla famiglia dei quarzi cristallini e deve il suo colore violetto alla presenza di tracce di ferro. Si forma tramite processo idrotermale a partire da soluzioni di acido silicico a bassa concentrazione di ferro che si raccolgono nelle cavità prodotte dai vapori gassosi nel magma vulcanico o, più raramente, nelle fessure della roccia.
I caratteristici raggruppamenti di cristalli su una matrice comune si chiamano “druse”.
 L’ametista è una pietra in grado di regolare la flora batterica e il riassorbimento dei liquidi, attenuando le tensioni e i dolori. Scopriamola meglio.
Il nome "ametista" proviene dal greco antico amethystos e significa "colui che non si ubriaca". Infatti, già a quei tempi era nota per la sua capacità di favorire la lucidità mentale e si utilizzava nelle feste dedicate a Bacco per il suo potere di mantenere sobrio chi la teneva con sé.
Ai tempi dei Greci e dei Romani anelli di bronzo con un’ametista erano considerati antidoti contro il male.
Durante il Medio Evo, l'Ametista era più cara del diamante ed era utilizzata dall'alto clero e dalla nobiltà, nell'anello dei cardinali, dei re, dei duchi come simbolo di potere assoluto poiché chi conosceva lo spirito poteva dominare anche la materia.
L’ametista è da sempre ritenuta come pietra apportatrice di temperanza e morigeratezza, ed è per questo diventata la pietra degli anelli episcopali, probabilmente poiché il vescovo è il pastore di anime vive a stretto contatto con la vita quotidiana e le tentazioni. Inoltre i sacerdoti ebrei, la indossavano come simbolo di potere spirituale: era la pietra che stava al centro del razionale. Gli antichi Romani, facevano leva sul suo potere di pietra stimolante per la forza fisica e la utilizzavano per imporre la loro dominazione sulle altre genti. Gli Egizi la usavano come pietra dai poteri curativi per disperdere timori e sensi di colpa e come pietra protettiva durante i viaggi. Quando gli ambasciatori egizi dovevano avventurarsi fuori dalle città principali, indossavano un’ ametista intorno al collo come protezione da tradimenti e da attacchi a sorpresa. Furono i Greci a coniare il termine ametista, col significato di “senza ubriachezza”, proprio perché , sia i greci che i romani la usavano per proteggersi contro gli eccessi del bere e del mangiare. Inoltre le coppe di ametista servivano oltre che per prevenire le ubriacature, anche per la prevenzione contro gli avvelenamenti. In caso di emicrania la pietra veniva riscaldata e posizionata sulla testa. Era inoltre utilizzata nel medioevo come protezione per contrastare le azioni di streghe e maghi e si diceva che l’ ametista perdesse il colore nel caso si manifestasse la malvagità nei confronti del possessore. Favorisce il potere spirituale e psichico della mente. E’ associata al dio Mercurio, Ermete per i greci e Thot per gli egizi. E’ il simbolo della modestia e della prima iniziazione.
La tradizione indiana vuole che le pietre di ametista vengano regalate alle spose nel giorno delle nozze, pegno di fedeltà, umiltà e morigeratezza.
Il viola è stato considerato a lungo un colore regale, e probabilmente per questo l’ametista è stata così fortemente richiesta nel corso della storia. Le ametiste si trovano nei gioielli della corona reale britannica.
L’ametista si trova nelle miniere di Brasile, Uruguay, Bolivia e Argentina, così come in Zambia, Namibia ed altri paesi africani.
CRISTALLOTERAPIA:
L’ametista regola la flora batterica nell’intestino e il riassorbimento dei liquidi, stimolando il metabolismo e migliorando lo stato fisico generale. 
Attenua le tensioni e i dolori, soprattutto quelli collegati al mal di testa, come cefalee ed emicranie, alle ferite e ai gonfiori. È utile nella cura delle malattie nervose, delle vie respiratorie e della pelle.
 
Effetto sulla psiche: L'ametista è una pietra lunare (Yin) che risveglia in noi l'aspetto femminile dell'Universo: l’intuizione superiore. È la porta per la nostra suprema realizzazione interiore, è la pietra per ritrovare il nostro vero Sé.
Ci offre pace interiore, serenità, equilibrio e armonia, elimina le inquietudini, risveglia la pazienza e allontana l'egocentrismo. Scioglie la paura e aiuta ad affrontare con più coscienza le situazioni. Ideale per superare i momenti di tristezza ed episodi di depressione lieve, soprattutto legati a perdite o danni subiti.
Permette di rilassarsi sotto stress. Calma le tensioni e gli stati agitativi ed è utile per la meditazione. dona sollievo in caso di insonnia, allontana gli incubi e rende più chiari i sogni.
Aumenta la consapevolezza e la sensibilità spirituale, e ci conduce verso le emozioni più elevate. Favorisce l’introspezione e purifica il subconscio, crea una fede profonda e permette di vedere la perfezione divina in tutte le cose.
 L’ametista può essere scaricata sotto l’acqua corrente. 
Per ottenere effetti duraturi sul piano spirituale si consiglia di portare l’ametista sempre con sé a stretto contatto con la pelle. Si può anche mettere sotto il cuscino o sul comodino per favorire il sonno e far luce sulla natura dei propri sogni.
Si possono distribuire druse o frammenti di ametista nella casa per influenzare positivamente lo stato d’animo di chi la frequenta.
Per quanto riguarda la terapia a livello fisico, si può mettere un cristallo per una notte in un bicchiere d’acqua e berlo al mattino a digiuno nel caso di disturbi al sistema nervoso o all’intestino oppure tenerlo a diretto contatto con la zona interessata.

Dettagli del prodotto

ID_331

4 altri prodotti della stessa categoria:

INCENSIERE GIAPPONESE PERIODO MEIJI (1868-1912)

ANTICO INCENSIERE GIAPPONESE IN BRONZO DEL PERIODO MEIJI (1868-1912) Oggetto: Incensiere finemente decorato con cane di Pho (shishi) e  fantasie di conigli su onde marine.Materiale: Fusione in bronzo a cera persaEpoca: Periodo Meiji (1868-1912)Misure: 20 x 12 cm.Peso: 714 gr.Provenienza: Kansai - Giappone SPEDIZIONE GRATUITA

Più